Nella peggiore delle ipotesi

Nella peggiore delle ipotesi

Una coppia di genitori con un figlio di vent’anni.
Un pomeriggio all’apparenza tranquillo.
Lo squillo del telefono e dall’altra parte la notizia che trasformerà per sempre la vita di quest’uomo e di questa donna. Il ragazzo era, come ci racconteranno i genitori, un tranquillo e felice studente universitario e niente avrebbe lasciato supporre che fosse destinato a morire in modo cosi tragico ed improvviso.
I genitori incontreranno il ragazzo che era alla guida dell’automobile nella quale, alle due del pomeriggio, il loro unico figlio ha perso la vita.
Loro due, ognuno a suo modo, ci racconteranno come sopravvivono al dolore e alla quotidianità, di come il dolore li abbia trasformati in “due statuine di porcellana”, ci racconteranno il lutto attraverso la perdita delle piccole cose.
In scena, insieme ai genitori, una cantante e due musicisti che poco per volta entreranno nella storia, non soltanto facendo da filo conduttore del racconto, ma interpretando rispettivamente il figlio dei protagonisti e il ragazzo, suo amico, che era alla guida il giorno dell’incidente.
Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio della Regione Piemonte, della Città metropolitana di Torino e della Città di Torino.

– Drammaturgia e regia: Monica Iannessi
– Debutto: maggio 2015 | Officine Corsare – Torino

[Scheda spettacolo]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *